L’emozione viene definita come una risposta auno stimolo che produce cambiamenti fisiologici, come ad esempio l’aumento della frequenza cardiaca, che conducono una persona ad agire.

Molto spesso, nell’accezione comune, tendiamo a confondere, erroneamente, emozioni e sentimenti; i due termini appaiono, seppur connessi, ben distinti. I neuroscienziati, infatti, usano il termine “emozione” per descrivere la risposta del cervello a determinati stimoli, e “sentimento” per descrivere la nostra impressione su tale risposta. Una curiosità!? Possiamo distinguere tra emozioni primarie ed emozioni secondarie. Le prime, sono una risposta automatica ed istintiva agli stimoli esterni. Le emozioni secondarie invece nascono una volta che abbiamo cominciato a provare sentimenti. QUANTO CI SONO UTILI LE EMOZIONI?

1) Le emozioni sono utili perché motivano l’azione Le emozioni forti, ad esempio, come la paura, o la rabbia ci aiutano a superare momenti difficili. 2)Le emozioni sono utili perché comunicano qualcosa agli altri e li influenzano. 3)Le emozioni motivano il nostro comportamento.

L’impulso ad agire in conseguenza di specifiche emozioni è spesso innato. Le emozioni ci preparano all’azione. Le emozioni motivano il nostro comportamento.

Potremmo affermare senza paura di sbagliare che le emozioni rappresentano il GPS della nostra esistenza… Ma come gestirle e ascoltarle al meglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su