Il tempo non basta mai.

Corre via veloce… poco tempo per noi, poco tempo per la famiglia, insomma più corriamo più non riusciamo a far tutto.

L’appuntamento di lavoro che salta, quel contratto che non va come vorremmo, la precarietà nel mondo del lavoro oppure la mancanza di un occupazione stabile.

Chi di noi almeno una volta non ha sperimentato la terribile sensazione di non farcela?

Nessuno! Tutti noi in diversa misura abbiamo sperimentato questa terribile sensazione!

Ma lo stress cosa provoca? Lo stress provoca insonnia, dolori allo stomaco, mal di testa, problemi gastrointestinali, problemi cardiaci, stanchezza, dermatite… Ma non solo!

Quando lo stress è troppo e mal gestito, non ci permette di raggiungere i nostri obiettivi, ci ostacola!

Come gestire lo stress?

Ecco qualche accorgimento da sperimentare insieme!

PRENDI COSCIENZA DEL TUO STRESS: IL TEST Il primo step è prendere coscienza del proprio stress.

Bastano un foglio di carta e una matita.

Disegnate una croce: il quadrante in alto a sinistra è quello delle richieste esterne (quelle che arrivo dalla famiglia ad esempio);quello immediatamente sotto riguarda le richieste interne (i nostri bisogni);nella parte destra, in alto, ci sono le risorse esterne e sotto le risorse interne ( energia personale ad esempio).

Dando un punteggio a ciascuno dei quattro quadranti ottengo così la mia “bilancia personale”. Quanto maggiore è lo squilibrio fra le richieste e le risorse, tanto più è alto lo stress che sto vivendo.

Prendere coscienza del nostro livello di stress ci permette di rimodulare la nostra vita!

CERCA IL VERDE La ricerca del “verde” ha dietro di sé altre motivazioni: non è un semplice “staccare la spina!

Serve a prendere il nostro tempo, fa bene al nostro fisico e alla nostra mente.

CONCENTRATI SULLE MOTIVAZIONI “BUONE” Possiamo lavorare anche dentro di noi. Come? MOTIVANDOCI!

Trasformiamo lo stress negativo in stress positivo, diventando i migliori amici di noi stessi, tramutando i “devo” in “voglio” o… “vorrei”!

IMPARA A PROGRAMMARE Definisci una quantità specifica di tempo per ogni attività che esegui nell’arco della giornata.

L’aspetto positivo del programmare sta proprio nel fatto che ci si concentra di più sulla durata delle attività, e non al suo completamento, ottimizzando il tempo nel modo migliore possibie!

E voi avete strategie per gestire lo stress?

#stress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su