Le costellazioni familiari sono un metodo di lavoro creato da Bert Hellinger per indagare le problematiche che affliggono le famiglie e che si trasmettono di generazione in generazione, provocando disturbi di varia natura. Possono essere definite come una metodologia che consente di poter guardare ciò che si cela dietro ciò che sta accadendo in ogni ambito della nostra vita.

Qual’è l’obiettivo delle Costellazioni familiari?

Il fine ultimo è il benessere e la riappacificazione con noi stessi. Una volta che abbiamo onorato tutti coloro che ci hanno preceduto, restituendo loro le responsabilità di cui ci siamo caricati, assistiamo ad una vera e propria rinascita, e iniziamo a leggere la realtà in maniera chiara.

Il compito del COACH in relazione a questo strumento è quello di supportare, permeare, e completare tutto ciò che è possibile fare con le costellazioni familiari o professionali. La costellazione consiste in un lavoro interiore che permette di portare alla luce e guardare quello che c’è per dare avvio ad un movimento verso il nuovo.

Un percorso di coaching, in questa situazione, è di grande aiuto;

– prima della costellazione stessa, per fare chiarezza e far emergere la motivazione profonda e l’essenza stessa della costellazione

a posteriori , aiuta a portare in superficie e consolidare il cambiamento interiore avviato dalla costellazione, supportandolo con esercizi pratici e con nuove abitudini.

Come si svolge una costellazione?

Nei gruppi di lavoro viene chiesto ai rappresentanti di assecondare ogni l istintivo movimento fisico dei membri della familgia, poichè essi, avrebbero inziato ad avvertire le stesse sensazioni corporee. Secondo Hellinger sarebbero infatti entrati in contatto con un “campo energetico” Il conduttore lavorerebbe quindi con le presunte “forze” che, a dire di Hellinger, agirebbero e guiderebbero il cosiddetto “campo energetico” del sistema familiare messo in atto.

Il conduttore, a volte, interviene spostando fisicamente i rappresentanti in altre posizioni spaziali, chiedendo loro di esprimere le loro emozioni in maniera diversa.

Come Termina una costellazione?

Attraverso quindi un misurato e graduale cambiamento di posizioni spaziali ed emotive dei rappresentanti, e dall’immagine creata secondo la teoria di Hellinger si potrebbe far iniziare una trasformazione interiore della persona in questione, che potrebbe durare anche per un lungo periodo e coinvolgerebbe l’intelletto, la nostra parte consapevole, in maniera assai limitata.

PER CONCLUDERE….

Una costellazione può durare dai 20 minuti a un’ora, ma vi possono essere costellazioni più brevi o più lunghe.

L’obiettivo principale non sarebbe quello di far chiarezza sulle problematiche presenti in una famiglia, ma quello di portare in vista il cosiddetto “irretimento” ovvero l’impasse saliente per la persona interessata. Se la costellazione dovesse mostrarsi come particolarmente emotiva, il facilitatore può porre termine alla rappresentazione, così come può fermarla se la situazione in atto dovesse manifestare stagnazione o mancanza di energia. In genere viene sconsigliato di attuare un’altra costellazione, anche se in merito ad altri temi, in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su